Da venerdì 23  a domenica 25 marzo

Book Pride,  Si svolge da venerdì 23 a domenica 25 marzo la quarta edizione della fiera degli editori indipendenti.

Promossa da Odei (Osservatorio degli editori indipendenti), Book Pride torna a proporre centinaia di incontri con protagonisti scrittori, editori  del mondo dell’editoria indipendente.

L’ingresso per il pubblico è gratuito.

Il tema di quest’anno  è dedicato a Tutti i viventi:

  • le forme, i mutamenti, le idee, i progetti, i legami e le contraddizioni della vita, raccontati dalla letteratura e dal fumetto.

Gli esseri viventi saranno sviscerati in ogni loro dimensione, da quella più strettamente fisica e corporale a quella politica e quindi morale.

Il filo conduttore verrà richiamato in 8 sottotemi, o percorsi:

parole viventi (la letteratura, il linguaggio, le parole), futuro presente (le immaginazioni del mondo, le ipotesi per renderlo migliore), forme del male (il male che ci tocca, il male che agiamo), corpi nel tempo (il tempo che scorre nei nostri corpi), paesaggi con figure (luoghi viventi: dal pianeta alla città), nessuno escluso (disuguaglianze, discriminazioni, diritti, rivoluzioni), il desiderio umano (l’arte, la fede e  le passioni e quindi  il desiderio di elevarsi oltre se stesso), strumenti (istruzioni per l’uso del libro e dell’editoria,dai dati alle leggi).

Il programma

Ad aprire Book Pride, venerdì 23, una conversazione con Marco Belpoliti, Helena Janeczek, Nicola Lagioia e Antonio Scurati, moderati da Giorgio Vasta dal titolo A tutela di tutti i viventi. 

Poi molti gli ospiti, internazionali e non.

Fra gli autori stranieri, il francese Laurent Binet con il suo ultimo thriller La settima funzione del linguaggio, la giovane narratrice sudamericana Lina Meruane  Sangue negli occhi.

Tra gli ospiti italiani anche  Adriano Sofri con il suo Una variazione di Kafka ,  presentato da Daria Bignardi.

Giornalisti Alberto Negri e Murat Cinar, che introducono la questione turca con Ogni luogo è Taksim del giornalista turco tedesco a lungo incarcerato Deniz Yücel.

E ancora Alessandro Robecchi e il suo bestseller Follia maggiore, l’antropologo Marco Aime che presenta l’Atlante delle frontiere  e moltissimi altri.

Base Milano Zona Tortona

Da venerdì 23  a domenica 25 marzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: