Arte e performance senza suoni fino a domenica 18

Festival del silenzio – alla Fabbrica del Vapore, nella Chinatown milanese, la prima edizione del Festival del Silenzio. Una tre giorni, fino al 18 marzo, di performance e incontri esperienziali dedicati alla cultura segnante e alle lingue dei segni.

Il festival è organizzato da Fattoria Vittadini, collettivo milanese di danza che ha recentemente festeggiato i 10 anni di attività, con la direzione artistica di Rita Mazza.

 L’evento

«Al momento, il progetto del Festival del Silenzio non ha eguali né in Italia né all’estero; ci sono esperienze simili in Europa ma si rivolgono esclusivamente a un pubblico di sordi e/o segnanti.>>

Il Festival del Silenzio vuole creare un terreno comune tra udenti e non, segnanti e non, una “terra di mezzo” in cui le due culture possano incontrarsi, conoscersi e condividere momenti di festa e divertimento».

Non solo arte ma anche workshop e dibattiti attorno al delicato tema dei riconoscimenti della comunità sorda italiana come minoranza culturale.

Tra gli artisti presenti, Ramesh Meyyappan (SGP), performer segnante di Glasgow, star internazionale del teatro visuale,Giuseppe Giuranna (ITA/GER), considerato tra i maestri del Visual Vernacular, forma espressiva che unisce la Lingua dei Segni con il linguaggio cinematografico

Gli spettatori potranno apprezzare il silenzio come veicolo di pace,. Ascolto e quiete e, al contempo, abituarsi a leggere il linguaggio corporeo. la più naturale e antica forma espressiva.

Teatro, danza, musica e arte visiva saranno declinati attraverso esibizioni, laboratori, mostre e spettacoli.

Fabbrica delò Vapore

Via Procaccini 4

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: