Un giornata per non dimenticare

Giorno della Memoria 2018 – il 27 gennaio 1945 l’Armata Rossa liberò il campo di concentramento di Auschwitz ed è anche per questo che l’Onu, nel 2005, ha scelto questa data per ricordare le vittime dell’Olocausto.

In Italia la celebriamo sin dal 2001, ma la Giornata della Memoria 2018 ha per noi un valore in più: si ricordano, infatti, quest’anno anche gli 80 anni dalla promulgazione delle Leggi Razziali, avvenuta con diversi decreti nel 1938, preceduti dalla pubblicazione del Manifesto della Razza.

Le iniziative per la Giornata della Memoria 2018 sono dunque particolarmente numerose anche in tv e registrano una circostanza davvero particolare.

I programmi

Per la prima volta, infatti, Rai, Mediaset, La7 e Sky trasmetteranno lo stesso documentario nello stesso giorno. Una sorta di ‘trasmissione a reti unificate’ che riunisce i principali gruppi televisivi italiani.

Un vero e proprio evento tv che ha per protagonista il film documentario Tutto davanti a questi occhi. Il film diretto da Walter Veltroni  ha raccolto la testimonianza Sami Modiano. 

Sami, oggi 87enne, fu vittima di un rastrellamento a Rodi nel 1944 e portato a Birkenau con la sorella e il padre.

Il documentario  sarà trasmesso sabato 27 gennaio alle 21.00 su Sky TG24 HD e Sky Cinema Hits HD. Alle 21.40 su La7 alle 21.40, alle 23.15 su Iris e alle 23.20 su Rai 3.

La poesia

Impossibile prescindere da Primo Levi, e  dai versi della poesia  ‘Shemà’ (‘Ascolta’) che apre il romanzo “Se questo è un uomo“.

 

 

 

 

 

Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici: considerate se questo è un uomo che lavora nel fango che non conosce pace che lotta per mezzo pane che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna, senza capelli e senza nome senza più forza di ricordare vuoti gli occhi e freddo il grembo come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato: vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore stando in casa andando per via, coricandovi alzandovi;
ripetetele ai vostri figli. 
O vi si sfaccia la casa, la malattia vi impedisca, i vostri nati torcano il viso da voi”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: