Fino al  5 aprile al bar Jamaica

Jamaica è arte –  fino al 5 aprile  il bar ospita la mostra personale di Anna Maria Formica. Un viaggio spazio temporale alla scoperta di una Milano in pieno fermento culturale, quella degli anni ’60-’70.

A quei tempi  Brera rappresentava il luogo di ritrovo preferito di piccoli e grandi personaggi della città.  Anna Maria Formica tratteggia i volti di coloro che affollavano le vie, attratti dalle grandi dinamiche di un quartiere che pullulava di artisti, intellettuali e politici che si ritrovavano a condividere un’epoca che altro non era se non preludio alla più moderna contemporaneità.

Anna Maria Formica ha descritto le potenzialità di una città da sempre centro propulsore dell’innovazione e attraverso l’arte ha scelto di raccontarne l’evoluzione.

Dai manifesti degli eventi breriani ai ritratti di chi a quegli eventi partecipava. Vere e proprie emersioni di personaggi che raccontano l’identità variopinta della città.

I volti che riempivano le vie diventano emblema della quotidianità dell’epoca, tra gli sguardi – alcuni ancora riconoscibili – di chi ha scelto di trascorrere la propria vita nel più eclettico della città.

Non a caso, la mostra è ospitata all’interno dello storico locale di via Brera, il Jamaica. Il bar nato nel 1911 come fiaschetteria, con mamma Lina e suo figlio Elio.

Nel giro di poco tempo, si ritrovò a essere il ritrovo preferito di giornalisti, poeti e pittori ma anche studenti e giovani.

Per questo, rappresenta un passaggio obbligato per il racconto di Anna Maria Formica che, scavando nella memoria, spinge a ricordare un passato che va al di là dei limiti temporali per sconfinare nell’attualità.

La mostra è stata inaugurata mercoledì 28 febbraio  ed è visitabile fino a giovedì 5 aprile, dalle 10.00 del mattino alle 02.00 di notte.

Bar Jamaica Via Brera 32


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: