Retrospettiva dedicata a Pif -Pierfrancesco Diliberto, in arte PIF.

MIC – Museo Interattivo del Cinema e Spazio Oberdan 

Pierfrancesco Diliberto dall’ esordio con  ‘La mafia uccide solo d’estate’, ha dimostrato di saper trattare l’argomento con originalità e il giusto tono  anche per i più giovani.

All’interno della quinta edizione del Festival dei beni confiscati alle mafie  il cinema non poteva mancare.

Sabato 1 aprile la Fondazione Cineteca Italiana ha organizzato una retrospettiva dedicata al regista e attore Pierfrancesco Diliberto.

Sono previsti due appuntamenti.

Presso il MIC –   alle h 19 in programma il documentario “ Un gelato per Saviano”.  Nel documentario  Pif segue da vicino lo scrittore (sotto scorta dal 2006) e lo racconta in modo inedito.

A seguire l’opera prima “La mafia uccide solo d’estate”, interpretata dallo stesso Pif e da Cristiana Capotondi.

Un’originale riflessione sulla mafia vista attraverso gli occhi di un bambino che nasce a Palermo.

Un racconto lungo vent’anni attraverso gli occhi di Arturo, che diventa grande in una città affascinante e terribile, ma dove c’è ancora spazio per la passione e il sorriso.

“La mafia uccide solo d’estate” è, infatti, una storia d’amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare il cuore della sua amata.

Lei è una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari e che vede come una principessa.

Sullo sfondo di questa tenera e divertente storia, scorrono gli episodi di cronaca accaduti in Sicilia tra gli anni ‘70 e ‘90.

Presso il Cinema Spazio Oberdan alle h 21,30 in cartellone il suo ultimo film, ‘In guerra per amore’ (2016).

Commedia che segue la turbolenta storia clandestina tra gli emigrati siciliani Arturo e Flora.

Sullo sfondo di grandi eventi mondiali quali lo sbarco degli americani in Italia nella Seconda Guerra Mondiale e l’ascesa di Cosa Nostra nel dopoguerra”.

In entrambi gli appuntamenti Pif sarà presente in sala per un incontro con il pubblico.

Insieme alla giornalista e direttrice artistica del Festival Barbara Sorrentini.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: