Cart

Studiare al meglio per gli esami – I Consigli di Radio E20

Pubblicato da Redazione il

Sapere come studiare all’università in modo da perdere poco tempo e andare bene agli esami è possibile! Radio E20 vi spiega come sempre con i migliori consigli dal web.

Gli esami all’università sono sempre tanti. Si sa che, per quanto si possa amare lo studio ed essere diligenti, prima o poi la necessità di accelerare i tempi preme. Almeno se ci si vuole laureare in tempo; sappiamo bene che studiare tutto all’ultimo momento non è possibile, se si punta a voti alti. Però una soluzione per studiare più efficacemente quando il tempo è poco, c’é. Vediamo allora qualche utile trucchetto per imparare come studiare velocemente, al meglio e con un maggiore rendimento.

La Soluzione

Innanzitutto, bisogna aumentare la qualità delle ore di studio. Per cui, quando siamo di fronte ai libri, via qualsiasi tipo di distrazione. Potrebbe aiutare anche cambiare spesso il luogo dello studio: vagare per le biblioteche della città non vi farà abituare all’ambiente, per cui sarete più concentrati e meno rilassati.

Una tecnica per impostare e organizzare le ore di studio, inoltre, è di aiuto; imporsi di fare una pausa di 5 minuti (mai di più, però!) ogni 25 minuti di studio. Ciò non farà mai crollare il livello di attenzione, che è in genere proprio di mezz’ora all’incirca, per quanto riguarda le attività che richiedono parecchio sforzo mentale. Ogni 4 sessioni da 25 minuti, la pausa dovrà essere più lunga (10-15 minuti), per riprendere al meglio lo studio.

A fine giornata, quando decidiamo che con lo studio giornaliero può bastare, è importante fare una piccola pausa di 10 minuti e subito dopo dedicare un po’ di tempo a ripassare mentalmente le nozioni apprese durante il giorno. Quest’operazione ci aiuterà a fare un primo ripasso già dal momento in cui si dovrebbe ancora essere nella fase di apprendimento; la confusione su ciò che si è riusciti a studiare in quel giorno diminuirà.

Infine, bisognerà organizzare il ripasso finale: ripetere a voce alta per ore e ore prima dell’esame non serve a molto; l’importante è ripetere nei tempi giusti ed il numero di volte sufficiente, senza perdere altro tempo. Se avrete seguito il terzo consiglio, sarete già un passo avanti; successivamente, provate a ripetere le nozioni apprese in due soli momenti: una settimana prima dell’esame e 3 giorni prima. Sarà fondamentale per riportare alla luce nella mente i concetti chiave, proprio quando il nostro cervello cominciava a dimenticare tutti i dettagli. Il giorno prima, invece, dedicatevi ad approfondire e sviscerare al meglio i concetti che pensate di conoscere ancora superficialmente. Poi date un’ultima occhiata al vostro lavoro, compreso quello di approfondimento, e staccate la spina. Cercate di arrivare riposati all’esame e tutto andrà per il meglio!

Radio E20 – La Radio degli Eventi di Milano