Il salone del mobile nasce a Milano nel 1961 da un gruppo di mobilieri decisi a portare il prodotto italiano ad un livello di qualità in grado di fronteggiare i produttori internazionali del nord Europa. La federazione italiana delle industrie del legno, con le 13 migliori aziende allora in concorrenza, decise di promuovere un evento in grado di unire le imprese italiana contro i prodotti esteri.

I primi successi
Dopo qualche anno di affluenza irrisoria, finalmente nel 1965 il Salone ottenne il desiderato successo con la prima pubblicazione sulla rivista Domus. Merito di una grande attenzione agli allestimenti e all’accoglienza dei visitatori che iniziavano ad arrivare anche dall’estero. Poi, nel 1968 la vera svolta con incassi da record, complice la maggior attenzione della popolazione all’arredo delle abitazioni. 

Salone internazionale
Nato per i prodotti italiani, ormai nel 1967 riceveva così tante visite estera da poter essere considerato internazionale. Nel 2005 e 2016 l’internazionalità ha toccato l’apice portando il salone a New York, Mosca e Shanghai garantendo al mobile italiano di portare la sua eccellenza anche all’estero.

I numeri attuali
Oggi gli espositori sono più di 2500, spartiti sui 230000 metri quadrati di superficie espositiva. Aumentano ogni anno anche i visitatori, ormai più di 300 000 nella durata di tutto il salone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: