Sabato 3 marzo 2018 Ore 23:30

Paolo Fresu – aBlue Note di Milano una serata speciale dove il trombettista e jazzista italiano  si esibirà con due delle sue formazioni storiche e più note: il Quintet ed il Devil Quartet.

Paolo Fresu  Oggi è attivo con una miriade di progetti che lo vedono impegnato in centinaia di concerti all’anno, pressoché in ogni parte del globo.
E’ testimonial per Amnesty International, Fondazione Francesca Rava e Asia e, dal 2016, è Ambasciatore dell’Unesco giovani per l’Italia.
Vive tra Parigi, Bologna e la Sardegna.

Il Paolo Fresu Quintet  prosegue il suo cammino in modo costante, sempre rinnovato, nell’alchimia di cinque personalità che non vedono esaurirsi gli stimoli reciproci.

Il quintetto più longevo del jazz italiano. Frutto dell’incontro nel 1984 tra il trombettista sardo, allora ventitreenne, con il pianista Roberto Cipelli. L’esempio migliore viene dalla registrazione dei cinque album pubblicati dall’autorevole etichetta Blue Note dal 2004 al 2008. Pubblicazioni  seguite dal doppio album registrato per la Tuk, casa discografica fondata dallo stesso Fresu.

Nella musica del quintetto, il jazz moderno si mescola anche  alla varietà melodica e cromatica del Mediterraneo.

Sul palco, con Paolo Fresu (tromba), Tino Tracanna saxofono, Roberto Cipelli pianoforte, Attilio Zanchi contrabbasso e Ettore Fioravanti batteria.

Il Paolo Fresu Devil Quartet, con 12 anni di carriera alle spalle, ha da poco pubblicato l’ultimo lavoro discografico.

Ha sorpreso proponendosi anche in una veste completamente acustica. Dopo anni di sperimentazione e contaminazione tra jazz e rock ne avevano fatto il quartetto più elettrico del jazz italiano.

A comporlo, con Paolo Fresu (tromba, flicorno, effetti), Bebo Ferra chitarra, Paolino Dalla Porta contrabbasso e Stefano Bagnoli batteria.

Al Blue Note Milano si tengono due spettacoli: alle ore 21.00 (sold out) e alle ore 23.30.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: