All’Università degli Studi di Milano la mostra firmata da Interni e il design brasiliano.

E un festival di cultura e musica.

Fino  al 9 aprile decine di progetti in via Festa del Perdono

Si riempie di installazioni e diventa un’unica grande esperienza nel mondo del design la Statale di Milano. Non solo solo dal 4 al 9 aprile, giorni di Fuorisalone, ma dal 3 al 15 aprile 2017 presso la sede centrale (nonché all’Orto Botanico di Brera e al Campus Mondadori di Segrate), avrà luogo la mostra Material Immaterial a cura della rivista Interni.

Verranno così allestite numerose opere tra micro-architetture, progetti, installazioni sperimentali.

La mostra vuole quindi indagare sulla relazione tra l’aspetto più concreto della progettazione e la dimensione più concettuale e visionaria da cui un’idea prende vita.

Le iniziative

Alcune delle installazioni presentate saranno incentrate sul materiale utilizzato (naturale, sintetico o ibrido).

Altre sul concetto di creatività dei singoli designer, altre ancora sull’impatto e l’utilità  o dove saranno impiegate.

Senza dimenticare l’ormai fondamentale aspetto dell’innovazione digitale: i programmi e le applicazioni per cambiare i metodi di progettazione.

Su tutti Ego, un piccolo uovo nero tecnologico, un dispositivo di archiviazione wireless portatile che interagisce con la app.

Accanto al progetto di Interni, arrivato quest’anno alla ventesima edizione, in Statale ci sarà spazio anche per il design brasiliano.

Presso il Portico Richini e il Portico San Nazaro, dal 3 al 9 aprile verrà allestita l’ottava edizione del progetto Brazil S/A, un insieme di mostre ed esposizioni in cui vengono presentate le opere di aziende e designer del Brasile, a dimostrazione dell’instancabile vivacità creativa che pervade il settore nel paese sudamericano.

Statale senza frontiere Parole chiave di ogni oggetto saranno creatività, innovazione e sostenibilità.

Infine, parallelamente al Fuorisalone, si svolgerà all’interno dell’Università Statale Senza Frontiere.

Un festival che, proprio dal 4 al 9 aprile, si rivolgerà ad un pubblico giovane e non solo con il suo programma sia culturale che musicale che tratterà diversi temi: Guerre e Migrazioni (martedì 4), Saperi in circolo (mercoledì 5), Lavoro e reddito (giovedì 6), Nonunadimeno & Gender studies (venerdì 7), Ambiente (sabato 8), Cyber*Resistance (domenica 9).

Ad intervenire saranno, tra gli altri, l’avvocato Giovanni Giovannelli, Federico Zappino e Vera Tripodi.

Previsti numerosi aperitivi e dj-set.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: