Venerdi 24 al Fabrique

Twist and Shout!, dopo essere passata per mezza Italia, Londra, Parigi e New York, torna nella sua città natale con un nuovo abito: uno show rinnovato, attraversando con diverse performance il meglio dei due decenni che hanno cambiato il mondo.

Esattamente 54 anni fa, il 22 marzo 1963, nel Regno Unito usciva il primo album dei Beatles, Please please me.

Conteneva 14 canzoni. Cinque erano delle cover, compresa quella di un brano destinato a diventare famosissimo, Twist and shout !.
Prima dei Fab Four, l’avevano inciso gli Isley Brothers: la loro versione era uscita il 16 giugno 1962, ma come spesso accade ai successi planetari la gestazione di questo brano fu piuttosto complessa.

In realtà la primissima versione si intitolava Shake it up, baby e l’avevano incisa i Top Notes.

Gli Isley Brothers avevano realizzato una versione di quel pezzo composto da Phil Medley e Bert Russell già nel 1961, sotto la supervisione di Phil Spector, che ancora non era quel superproduttore che sarebbe diventato qualche tempo dopo.

Ma ai capi dell’Atlantic Records non piacque, così chiesero ai fratelli Isley di reincidere un’altra versione, arrangiata in modo molto diverso.

Fu un successo, ma non clamoroso: non andò oltre il 17esimo posto delle classifiche americane.

Però arrivò alle orecchie dei Beatles, che lo inserirono in Please please me: i Fab Four lo trasformarono in un cavallo da battaglia dello loro esibizioni dal vivo.

Nell’aprile del 1964 arrivò al primo posto delle charts a stelle e strisce.
In questo mezzo secolo abbondante ne hanno proposto centinaia di versioni, lo hanno cantato un po’ tutti, soprattutto dal vivo.

Elvis Presley, Little Richard, James Brown, Ike & Tina Turner, la Band… E ovviamente Bruce Springsteen, che nei suoi concerti ne propone una versione assolutamente trascinante.

Al Fabrique per rivivere quegli anni

Sul palco 10 artisti in contemporanea tra dj, musicisti, ballerini e stylist per una notte di intrattenimento assicurato.

In consolle: il duo fondatore di Twist and Shout, Alessio Granata & Ale Leuci. The Band: The Nasty Beats, il nuovo progetto live composto da alcuni dei migliori musicisti del genere.

Fabrique Milano

Apertura porte ore 22.30.
Ingresso: 10 euro.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: