Sabato 17 giugno – Ore 15:00- Via De Amicis 2

Wall of Dolls 2017   Sabato 17 giugno, alle ore 15.00, torna in via De Amicis 2 a Milano .

Il muro delle bambole, l’installazione ideata da Jo Squillo contro il femminicidio e la violenza sulle donne.

Farfalle e fiori come simbolo di un’infanzia violata, quella dei 2000 bambini rimasti orfani a causa del femminicidio.

Vittime spesso dimenticate.

Come di consuetudine il primo giorno della settimana della moda di Milano dedicata all’uomo le associazioni, artiste, avvocati, medici, poetesse, scrittrici, stiliste, si ritrovano al Muro delle Bambole.

Un appuntamento per sollecitare il mondo della moda nel contribuire a creare uomini veri, belli fuori, ma anche dentro.

Per sensibilizzare i giovani insegnando loro che l’oppressione maschile sulle donne è un male assoluto di questa società.

Per educare le nuove generazioni a un’affettività sana.

Wall of Dolls, alla quarta edizione nel 2017, il pubblico è invitato a portare una bombola, come simbolo di unione alla lotta contro la violenza sulle donne.

Riprendendo una tradizione indiana per cui, ogni volta che una donna subisce violenza, una bambola viene affissa su ogni porta.

In questa occasione da segnalare la partecipazione degli Stati Generali delle Donne .

Porteranno  al muro di via De Amicis la bambola dell’Unicef, con le scarpe rosse ch e sono prodotte dalle donne di Francavilla al Mare.

  la panchina rossa prodotta dal Fablab di Catania di Carmen Russo.

Le donne, da sempre, sono il motore del cambiamento.

 Ora l’impegno è cambiare la cultura maschile.

IL FEMMINICIDIO È UN CRIMINE CONTRO L’UMANITÀ

Wall of Dolls è un evento aperto a tutti i cittadini che potranno partecipare portando una bambola che verrà installata sulla parete del Centro Culturale di Via De Amicis 2 a Milano”

Jo Squillo

 

Appuntamento sabato 17 alle 15 Via De Amicis 2


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: