Luoghi

Cripta del Santo Sepolcro

today 16 22

Sfondo
share close

La storia della cripta ripercorre quella della Confraternita dell’Orazione e della Morte detta anche Confraternita del Santo Sepolcro, i cui membri si preoccupavano di dare, in questo luogo, degna sepoltura ai cadaveri di poveri ed emarginati.
Si accede alla cripta tramite una botola situata al centro della navata; tre camere voltate a botte, originariamente utilizzate per sepolture a terra, costituiscono l’ambiente ipogeico; in una delle sale è visibile un sepolcro in muratura, probabilmente destinato ad ospitare la salma di un personaggio illustre. Sulle pareti delle varie sale vi sono tracce di affreschi; il dipinto più rilevante raffigura la morte, ritratta come uno scheletro avvolto da un manto di ermellino e con la falce in mano. Sulla lama della falce è leggibile un’eloquente scritta: Nemini parco (non risparmio nessuno).

l Foro della città Romana si trova dove oggi ci sono la Biblioteca Ambrosiana e la Borsa, e fu proprio qui che nel 1030 venne fatta costruire una chiesa dedicata alla Santissima Trinità. In questa chiesa c’era una parte ipogea, una vera e propria chiesa sotterranea rispetto al piano stradale dove era stata collocata una copia del sepolcro di Cristo. Il restauro di questa cripta è iniziato da diversi anni ed è stata aperta al pubblico per la prima volta solo a metà del 2016.

Indirizzo: Piazza S. Sepolcro

Scritto da: Radio E20 Milano


Articolo precedente

Luoghi

Casa Galimberti

Progettato dall'architetto Giovanni Battista Bossi nel 1903-1905 su incarico dei fratelli Galimberti, è ritenuto uno dei pezzi più brillanti del Liberty milanese grazie al rivestimento di gran parte della facciata esterna con piastrelle figurate in ceramica, ferri battuti e motivi floreali in cemento, tutti disegnati da Bossi. I fratelli Galimberti costruirono negli stessi anni Casa Campanini, uno degli edifici più rappresentativi del Liberty milanese, su progetto di Alfredo Campanini. L'edificio […]

today 40


0%