site loader
16 Gennaio, 2020 [Diverso] da chi?

[Diverso] da chi?

Il 26 Gennaio a Milano dalle ore 10:00 nell’avanguardistica location della Casa dei Diritti, si terrà un iniziativa molto interessante. Un evento creato ed ideato da alcuni studenti IED di Design della Comunicazione con specializzazione in Event & PR. Sarà un’esperienza aperta a tutti coloro che voglio andare oltre il senso della vista! Un incontro tra “pochi intimi” per vivere e giocare sulle nostre diversità, attraverso uno stile inconsueto, quale quello del famoso gioco da tavolo Indovina chi.  

L’ingresso sarà libero, così da permettere a tutti senza alcuna distinzione di discutere in modo insolito e coinvolgente su un argomento che è entrato a far parte della quotidianità di tutti noi:  

la multi-etnicità di Milano e dell’Italia intera. 

Pensate a quante volte, guardandoci attorno è capitato di  

vedere persone di provenienza geografica differente dalla propria? E quante volte ci siamo sentiti intimoriti a chieder loro informazioni su dove trovar una via o un buon ristorante in zona? Ecco, quel sentimento è figlio di un pregiudizio che il 26 Gennaio cercheremo di affrontare tutti assieme. 

Così i ragazzi hanno pensato di descriverci il loro evento in poche parole, suscitando subito interesse.  

Ci hanno anche raccontato che: 

Attraverso il format del game sempre più adoperato negli ultimi tempi presenteremo unesperienza unica nel suo genere.  

Grazie allatmosfera leggera del gioco si può tornare bambini, e con linnocenza tipica dellinfanzia sarà possibile confrontarsi su temi delicati, senza risultare inopportuni.” 

Un’altra iniziativa presentata in loco sarà quella di promuovere un nuovo nastro (ispirati dal nastro rosso per la ricerca per l’AIDS e quello rosa per il tumore al seno) di color arcobaleno a tinte pastello. Questo sosterrà il proprio impegno nella lotta alla discriminazione di tutte le minoranze sia etniche che di genere e sociali.  

Non vi sveliamo altro: l’indirizzo è Via de Amicis 10, Casa dei diritti. 

L’inizio è alle dieci. 

Qui sul banner per registrarsi gratuitamente: 

3 Gennaio, 2020 “Uno di voi” è il padre. Si, ma chi?

“Uno di voi” è il padre. Si, ma chi?

“Uno di voi” è il padre. Si, ma chi? Relazioni pericolose, ma soprattutto confuse…
Quattro amici di lunga data ancora un po’ bambini e un bambino in arrivo. Un weekend di follia mette in cantiere una nuova vita, ma al tempo stesso smonta relazioni consolidate, mescola ruoli, rispolvera vecchi sentimenti, scatena crisi d’identità e svela scheletri nell’armadio. Ne succedono davvero di tutti i colori… In scena dal 9 al 26 gennaio.

Atmosfere da “La notte prima gli esami (del DNA)”. Dopo un weekend goliardico e spensierato, speso a rivangare i trascorsi universitari e a liberare il Peter Pan che ancora alberga in ognuno di loro, quattro amici si trovano a fare i conti con il presente e soprattutto con il futuro.

Tra chi ha le idee chiare e chi è in fuga, chi non osa uscire allo scoperto e chi è ridotto a un caso umano, prende vita una kermesse divertente in cui tutto salta per aria per poi atterrare… tra le lenzuola. Una donna e tre uomini il cui destino è chiuso in una busta, ma non è un quiz. E’ una storia (semi)seria che va ben oltre il sesso e che parla di crescita, responsabilità e soprattutto della necessità di una presa di coscienza.

UNO DI VOI di Roberto Marafante, diretto da Roberto Marafante. Con Mirko Corradini (Gianni), Andrea Deanesi (Luca), Giuliano Comin (Jacopo) e Maria Giulia Scarcella (Maria). Produzione La Bilancia. Assistente Produzione Andrea Visibelli, Luci Nicola Piffer, Scenografie Andrea Coppi e Cristian Corradini, Costumi Emilia Bonomi, Musiche Ariele Manfrini. Tre uomini e una gravidanza.

Mentre il mondo combatte con il tasso di natalità e la fertilità maschile in picchiata, tre voci fuori dal coro ammutoliscono all’improvviso… Un’unica donna, amica storica di tutti e tre, e un unico dubbio: chi sarà il padre? Una riflessione sul fatto che c’è sempre la possibilità –e il dovere morale- di scegliere.

Info e prenotazioni: TEATRO/CINEMA MARTINITT Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito. Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30. Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 26 euro intero. Abbonamenti a partire da 62 euro.

Il Martinitt Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2600 abbonamenti in 10 stagioni), che crede davvero nei talenti –consolidati o emergenti- della moderna drammaturgia di casa nostra. Riflettori sempre puntati però anche sulla danza. Al quartiere, infine, il Martinitt ha regalato anche il cinema che mancava.

 

Nel capoluogo lombardo ogni ora comincia un nuovo evento. Per rimanere aggiornati su tutti gli eventi che ci sono oggi a milano ascolta la nostra radio (Cliccando a qui).

30 Dicembre, 2019 Circondato e picchiato perché gay

Circondato e picchiato perché gay

Si è avvicinato, con passo incerto e col volto sanguinante, a una pattuglia della polizia locale in servizio in corso di Porta Ticinese, una delle zone più frequentate della movida milanese. Era intorno a mezzanotte e il venticinquenne aveva una ferita lacerocontusa in testa e varie ferite al corpo. “Mi hanno circondato almeno otto persone, mi hanno insultato e picchiato perché sono gay”, ha raccontato a fatica. Il branco lo aveva colpito, nel suo racconto, a calci e pugni e ferito con un coccio di bottiglia al capo.

Il giovane è stato portato all’ospedale Policlinico, in condizioni non gravi ma sotto choc. E’ stato dimesso in mattinata e ha riportato ferite giudicate guaribili in dieci giorni. Allo stato non risulta che il giovane abbia sporto denuncia, ma gli investigatori stanno acquisendo le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona di Porta Ticinese.

A quell’ora molto frequentata per via dei numerosi locali aperti, e sono alla ricerca di testimoni per dare un volto agli aggressori. Forse i frequentatori della movida potrebbero aver visto qualcosa e dare indicazioni sul gruppo che ha agito, dieci contro uno, contro un ragazzo perché gay.

 

Queste la storia del ragazzo che è stato circondato e picchiato perchè gay.

 

Nel capoluogo lombardo ogni ora comincia un nuovo evento. Per rimanere aggiornati su tutti gli eventi che ci sono oggi a milano ascolta la nostra radio (Cliccando a qui).

28 Dicembre, 2019 Non ci resta che ridere dei Legnanesi

Non ci resta che ridere dei Legnanesi

È l’appuntamento immancabile (e molto atteso) di ogni stagione teatrale. I Legnanesi tornano a Milano, precisamente al Teatro della Luna a Milano Assago dal 31 dicembre all’8 marzo 2020 con il nuovissimo spettacolo, Non ci resta che ridere. Il titolo, riecheggiando quello del famoso film, ben ne sintetizza la cifra stilistica: desiderio di far ridere, unito a una attenzione alla attualità e ai temi del momento, pur senza rinunciare a quel tanto di tradizione che ne ha decretato il successo in questi 70 anni della Teresa, la Mabilia e il Giovanni, i tre personaggi dei Legnanesi, ora rispettivamente interpretati da Antonio Provasio, Enrico Dalceri, Lorenzo Cordara.

Quest’anno, più che in passato, attorno allo spettacolo ruoteranno tante novità: ve ne raccontiamo 10. 1. La storia. Tutto nuovo anche quest’anno, lo spettacolo si annuncia pieno di fantasia, di sfarzo, di costumi, che non passano inosservati in una scenografia altrettanto d’effetto.

Con Non ci resta che ridere i tre protagonisti arrivano a Parigi, che segna il finale della prima parte. E poi un salto indietro nel tempo, un po’ come succedeva nel film Non ci resta che piangere. Qui la famiglia Colombo dopo essere andata al Louvre e aver pensato di rubare la Gioconda viene trasportata nel tempo: si ritrova nel 1918 nel cortile, trasformato in ospedale da campo. 2. Lorenzo Cordara è il nuovo Giovanni. Con 20 anni di esperienza come attore racconta la sua sorpresa quando è stato scelto. Quello del Giovanni – commenta – è un ruolo particolare, perché anche se parla poco è comunque sempre in scena. 3. La lunga tenitura dal 31 dicembre 2019 all’8 marzo 2020.

Il debutto coincide con la festa dell’ultimo dell’anno: il 31 dicembre, dopo lo spettacolo alle 21, sono previsti i festeggiamenti alla mezzanotte con spumante e panettone. Altre programmazioni speciali durante le feste saranno il 1° gennaio alle ore 18, il 6 gennaio alle ore 15.30, mentre non ci sarà spettacolo il 2 e il 3 gennaio. 4. Il cortile. Non potrebbe non esserci, ma per la prima volta non segnerà l’avvio dello spettacolo, ma sarà all’inizio della seconda parte.

Lo Spettacolo

L’inizio sarà invece con un momento di danza con i ballerini in smoking, come se si fosse a Broadway, mentre un momento di can can segnerà il finale della prima parte con un ritmo più moderno. Una dedica alla mamma con l’omonima canzone anni ’40 segnerà l’inizio della seconda parte. 5. I costumi. Saranno sfarzosi, come ci hanno abituato i Legnanesi. Tra questi vi sarà quella che si può considerare una sorpresa, anche in questo caso recupero della tradizione con gli occhi di oggi.

Per un numero Enrico Dalceri ha voluto per la Mabilia di oggi il primo costume che aveva indossato 33 anni fa: è quello di Tony Barlocco ristrutturato. 6. Una casa. Per i Legnanesi il teatro che ospita i loro spettacoli deve essere anche una casa in cui poter ricostruire una armonia, importante per loro e per dare il massimo agli spettatori. Il Teatro della Luna rappresenta proprio questo. Per far sentire anche gli spettatori come se entrassero nella casa dei Legnanesi anche il foyer del Teatro verrà allestito a tema con gigantografie. 7. L’anniversario: 70 anni della Teresa, la Mabilia, il Giovanni. Per festeggiarlo la Regione Lombardia ha pubblicato il libro 70 anni di risate, che ripercorre i 70 anni attraverso una selezione di immagini accompagnati da ricordi. Non è in vendita, ma verrà distribuito in occasione delle iniziative della Regione. Prima tra tutte il Natale della cultura, che prevede cinque spettacoli musicali all’auditorium Giovanni Testori. 8. Il film per la tivù.

Il successo in televisone

Dopo il successo delle quattro commedie su Rete 4, che hanno registrato risultati straordinari superiori alla media della rete, Mediaset ha deciso di proporre un film appositamente girato, dal titolo Non è Natale senza panettone. Definito telepanettone sarà il regalo di Natale e andrà in onda su Rete 4 durante le feste natalizie, probabilmente il 26 dicembre. Con la regia di Marco Limberti vede protagonisti i tre personaggi, la Teresa, la Mabilia e il Giovanni che, sfrattati dal cortile causa la costruzione dell’outlet del pandoro, si trasferiscono a Napoli per gestire una portineria e iniziare una nuova vita. Nel film ci sono anche dei camei di Gigi D’Alessio, Evaristo Beccalossi, Emanuela Folliero, Gianluigi Nuzzi, Andrea Pucci ed Edoardo Romano. 9.

Il cd. È stato realizzato anche un cd con musiche e letture di favole per i bambini. Intitolato “I Legnanesi per i bambini” contiene i racconti fatti da Antonio Provasio e le canzoni con Enrico Dalceri. Un euro per ciascuna copia venduta sarà devoluto all’Unicef per la campagna Ogni bambino è vita. 10. I ricordi di Antonio Provasio. La storia di Antonio Provasio coincide, almeno in parte, con quella dei Legnanesi. Così l’attore lunedì 16 dicembre sarà protagonista di una serata al Teatro Manzoni a Milano dal titolo Mi sono rotto… i ricordi, in cui si racconterà e sarà in abiti maschili, non vestito da Teresa. Si attendono ospiti.

 

Nel capoluogo lombardo ogni ora comincia un nuovo evento. Per rimanere aggiornati su tutti gli eventi che ci sono oggi a milano ascolta la nostra radio (Cliccando a qui).

28 Dicembre, 2019 La Sagra Milanese a base di Cotoletta

La Sagra Milanese a base di Cotoletta

Venerdì 3 e sabato 4 gennaio alla Bocciofila di Milano arriva una mega sagra milanese.

Tantissime specialità del territorio: polenta, zola, cotoletta, ossobuco e l’immancabile risotto alla milanese.
I piatti tipici milanesi saranno i protagonisti della sagra di una due giorni dedicata al buon cibo e alla musica, con le esibizioni dal vivo del “Quatter Malnatt” e dei “The Cadregas“. Una, anzi, due serate per rivivere le magiche atmosfere della Milano di una volta.
*Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 02.2871185.*

Il programma musicale prende il via alle ore 20.00 con i seguenti concerti: venerdì 29 si esibiscono i Quatter Malnatt, quartetto il cui principale intento è di riportare la musica dialettale milanese per le vie di Milano, e la TriBrüt&üBel Band, gruppo che trae le proprie radici dalla tradizione popolare lombarda, con le canzoni cantate nelle osterie o proposte negli spettacoli di cabaret; sabato 30 è la volta del cuntastorie El Pelè, milanese da sempre e profondo conoscitore della ligera, dei Ciapa No con la loro energia contagiosa.

Combriccola del Canzoniere Milanese, superband che riunisce musicisti e cantanti per offrire un po’ dell’atmosfera musicale della vecchia Milano.

Sarà insomma molto più di una semplice sagra.

Nel capoluogo lombardo ogni ora comincia un nuovo evento. Per rimanere aggiornati su tutti gli eventi che ci sono oggi a milano ascolta la nostra radio (Cliccando a qui).

 

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano

21 Dicembre, 2019 Ancora uno sciopero dei treni in arrivo

Ancora uno sciopero dei treni in arrivo

Le ragioni dello sciopero

A dare la notizia con una lettera è il segretario regionale Adriano Coscia al vertice dell’Azienda. Tra le motivazioni addotte, il permanere delle “problematiche evidenziate nelle procedure di raffreddamento”, oggetto di un accordo sulle “code contrattuali” dell’aprile del 2015, rinnovato negli anni successivi, ma che, secondo il sindacato Orsa “ad oggi non hanno trovato soluzione”.

Si tratta del quinto sciopero dal mese di maggio, sottolinea il sindacato Orsa in una nota. Il personale manifesta per diverse ragioni: le condizioni di lavoro, che riguardano fra l’altro i turni, le differenze di stipendio, la programmazione e l’organizzazione.

La polemica tra il sindacato e Trenord

In occasione dell’ultimo sciopero l’azienda aveva criticato apertamente il sindacato. “Orsa ha nuovamente proclamato uno sciopero per domenica 15 dicembre. L’agitazione, che era stata ritirata dal sindacato lo scorso 27 novembre, è stata nuovamente proclamata, con obiettivi conflittuali verso l’azienda allo scopo di causare significativi disagi alla mobilità in occasione dei grandi eventi del periodo natalizio”, l’attacco di Trenord in una nota.

E ancora, sempre con toni piccati: “Orsa ha proclamato lo sciopero in un giorno festivo, per cui non sono previste le fasce di garanzia come accade invece nei feriali. Una scelta di totale indifferenza verso il diritto alla mobilità dei cittadini che rischia di generare disagi significativi anche sulla viabilità stradale. Per questo Trenord, paventando rischi per l’ordine e la mobilità pubblici, ha informato le Prefetture di Milano e Como. L’azienda – conclude Trenord – auspica che prevalga il senso di responsabilità dei lavoratori per dimostrare a tutti i cittadini il valore del servizio che Trenord offre sul territorio lombardo”.

 

 

Radio E20 – La Radio degli Eventi di Milano

20 Dicembre, 2019 Milano: Capodanno For Future

Milano: Capodanno For Future

Per accogliere l’arrivo del nuovo anno, il 31 dicembre piazza Duomo sarà teatro del concerto-spettacolo promosso dal Comune di Milano: “Milano Capodanno For Future”, il primo Capodanno d’Italia attento alla sostenibilità, tanto nei messaggi quanto nell’organizzazione.

Che 2020 vogliono quelli che oggi nel mondo hanno vent’anni? Questa sarà la domanda che riecheggerà sulla piazza e nell’etere per tutta la sera.

Sui maxi schermi scorreranno i video di ragazzi e ragazze impegnati in prima linea in questa battaglia per la salvaguardia del nostro pianeta. Sul grande palco di piazza Duomo l’attivista per il clima Federica Gasbarro, unica italiana scelta dalle Nazioni Unite per rappresentare la sua generazione al vertice sul clima dell’Onu.

Gli ospiti della serata

Gli ospiti musicali della serata saranno MYSS KETA, artista che partendo da Milano sta facendo parlare di sé in tutta Italia; COMA_COSE formazione milanese che sta raccogliendo grandi consensi, e che arriva da una serie di sold out estivi e infine LO STATO SOCIALE! La band bolognese che non può mancare alle feste più belle e che dopo un anno di pausa dai live torna con una performance unica creata appositamente per l’evento. Tre artisti con un grande seguito di pubblico e ambasciatori di un messaggio globale che parte da Milano con destinazione il resto del mondo.

Radio ufficiale dell’evento Rai Radio2, che fa di questo Capodanno – la cui organizzazione è affidata a Artificio23 – anche il suo Capodanno, grazie inoltre alla conduzione di Filippo Solibello, che presenterà una serata in grado di veicolare un messaggio fondamentale in un contesto di condivisione e divertimento. Un grande appuntamento che regalerà a milanesi e turisti una serata di festa per iniziare al meglio il 2020 nella piazza simbolo della nostra città.

Vuoi essere parte di questo capodanno?

Posta un video su instagram con gli hashtag #CapodannoForFuture  e #MilanoForFuture e racconta come vorresti il tuo 2020.

Se il tuo video sarà selezionato, verrai contattato sulla tua pagina e avrai la possibilità di vivere la serata dalla Pit sotto il palco!

 

Radio E20 – La radio degli eventi di Milano

 

20 Dicembre, 2019 “Voce”, casa del volontariato a Milano

“Voce”, casa del volontariato a Milano

A partire da maggio 2021 Milano avrà una casa dedicata al volontariato.

Arriva “Voce” ,si tratta di un edificio del Comune ora in ristrutturazione che è stato dato in concessione all’associazione Ciessevi”

Voce – Volontari al centro

Questo è il nome della nuova realtà che si trova a Porta Nuova ed offrirà alle realtà del terzo settore, alle associazioni, ai volontari, ai cittadini uno spazio di cinque piani.

Su 2.500 metri quadrati, in questo edificio ci saranno anche il il Forum del Terzo Settore di Milano e della Lombardia. Ci sarà anche spazio per un Ostello che riunirà, da tutta Europa, i giovani dei Corpi Europei di Solidarietà ed un ristorante attento alla sostenibilità alimentare. Voce inoltre ospiterà il Centro di coordinamento dei Volontari delle Olimpiadi invernali del 2026.

 

L’investimento ammonta a 5,9 milioni di euro, a cui contribuiscono diversi attori pubblici e privati tra i quali il Comune di Milano

 

“La nascita di un luogo dove confrontarsi e trovare stimoli sempre nuovi e’ una splendida notizia per Milano”

 

Anche qui a Milano sta nascendo il nuovo luogo in cui tutti saranno ascoltati e compresi, finalmente anche in centro città. Speriamo davvero che queste iniziative possano aiutare le persone in difficoltà.

 

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano

20 Dicembre, 2019 Municipio 8, soldi alle famiglie in difficoltà

Municipio 8, soldi alle famiglie in difficoltà

Simone Zambelli dichiara: “Un gesto concreto per aiutare persone in difficoltà”

Un modo per vivere un Natale sereno. Un pensiero per far dimenticare ai cittadini, almeno per qualche istante, i problemi con cui stanno combattendo.

Il Municipio 8 di Milano ha deciso di regalare a oltre trecento famiglie un buono spesa Coop dal valore di cinquanta euro. I nuclei familiari sono stati selezionati dai servizi sociali di palazzo Marino e poi segnalati al consiglio del Municipio. 

Le consegne sono partite in questi giorni e andranno avanti nelle prossime ore. “Non è elemosina – ha spiegato il presidente del Municipio, Simone Zambelli -, ma un gesto concreto per aiutare materialmente la vita di persone che attraversano un momento di difficoltà”. 

Municipio 8 e la solidarietà

E a proposito di solidarietà e aiuto, nei giorni scorsi era stato lo stesso Zambelli a inaugurare la “Corte di Quarto”: quattordici appartamenti dedicati a mamme con bambini che attraversano momenti di difficoltà.

“È una splendida iniziativa della Fondazione Arché, animata da Padre Giuseppe Bettoni e dagli splendidi operatori sociali che tutti i giorni lavorano con grande professionalità – aveva chiarito il presidente -. Milano è veramente una grande città e lo è grazie a questa immensa generosità che la contraddistingue”. 

 

18 Dicembre, 2019 La denuncia di un gruppo di ragazzi peruviani

La denuncia di un gruppo di ragazzi peruviani

Ragazzi peruviani picchiati dalla polizia: un video delle Iene mostra una sequenza violenta. I fermati in ospedale e poi arrestati: qualcosa non torna?

Luigi Pelazza indaga su una strana aggressione che sarebbe avvenuta ai danni di un gruppo di ragazzi peruviani. Vi mostriamo i video registrati da uno di loro, nei quali gli agenti prendono a pugni e a calci i due fermati.

Siamo stati picchiati dalla polizia“: è questa la denuncia di un gruppo di ragazzi peruviani, intervistati da Luigi Pelazza de Le Iene Show in un servizio trasmesso martedì 17 gennaio 2019. La strana aggressione ha avuto luogo a Milano, a margine di un controllo che a quanto pare sembra essere sfuggito di mano agli agenti. La prova è un video girato da uno dei 5 amici. Come si può notare nel video fornito da Le Iene Show, uno dei due agenti, dopo aver fermato i peruviani, chiede ad uno di loro di stare fermo. I ragazzi non parlino italiano, lasciando intendere che l’indicazione del poliziotto non viene rispettata.

RAGAZZI PERUVIANI PICCHIATI DALLA POLIZIA: VIDEO LE IENE

Nello spezzone del video mostrato in anteprima da Le Iene si vede uno dei ragazzi peruviani avvicinarsi con le braccia allargate nei confronti di uno degli agenti. Il giovane, intervistato da Pelazza, ammette: “Gli ho detto: ‘Perché picchi lui? Picchia me’”. Dopo pochi istanti, il giovane che ha pronunciato questa frase viene spintonato da un collega dell’agente che arriva da dietro e dopo aver detto “mi hai rotto il caz*o” inizia a prenderlo a pugni.

Secondo quanto anticipato da Le Iene, nei video registrati da uno dei ragazzi peruviani, si vedono gli agenti prendere a calci e pugni i sudamericani. Ma a non tornare in questa vicenda sembra esserci anche il racconto dell’aggressione messo nero su bianco nel verbale di arresto dei due. I ragazzi sostengono: “Dopo essere usciti dalla birreria cercavamo un kebab per mangiare, e siccome era chiuso ce ne stavamo tornando a casa, tranquilli…”.

In questa vicenda sgradevole ci domandiamo… Dove sta la verità?

 

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano

17 Dicembre, 2019 Domenica 5 gennaio: Musei gratis

Domenica 5 gennaio: Musei gratis

Musei gratis a Milano il 5 Gennaio

Il freddo è ormai tornato in città, nonostante qualche bella giornata, ed è sempre più frequente scegliere di passare la domenica a casa a oziare. Ma non c’è modo migliore per riprendersi dallo shock della stagione autunnale (ormai quasi invernale) se non quello di dedicarsi all’arte. E per di più gratis!

Eh già, come ogni prima domenica del mese, torna Domenica al Museo che sarà il 5 Gennaio.

Nel 2019, il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo aumenta da 12 a 20 i giorni di ingresso gratuito nei musei gratis e siti archeologici statali e lancia la campagna “Io Vado al Museo”.

Da ottobre a marzo, ogni prima domenica del mese si conferma l’ingresso gratuito nei luoghi della cultura del MiBACT.

È possibile seguire @museitaliani e @mibact sui social e partecipare utilizzando gli hashtag ufficiali #IoVadoAlMuseo e #Domenicalmuseo.

 

Si entra gratis in dodici sedi espositive Eventi a Milano!

Torna l’iniziativa ministeriale ‘Domenica al Museo’, questo è uno degli eventi più attesi, che dal 2014 ogni prima domenica del mese permette di visitare gratuitamente luoghi di cultura in tutt’Italia.

Ecco i musei gratuiti in città, con orari e modalità di prenotazione

  1. Armani / Silos
    Via Bergognone, 40 – Milano
    Orario: mercoledì, venerdì e domenica 11-19, giovedì e sabato 11-21. Chiusura settimanale: Lunedì e Martedì. Prenotazione: nessuna
  2. I Musei del Castello Sforzesco
    Piazza Castello – Milano
    Orario: martedì-domenica 9-17:30 Ultimo ingresso ore 17. Chiusura settimanale: lunedì. Prenotazione: nessuna
  3. Civico Museo Archeologico di Milano
    Corso Magenta, 15 – Milano
    Orario: martedì-domenica 9-17:30 (ultimo ingresso ore 17). (ultimo accesso 30 minuti prima dell’orario di chiusura). Chiusura settimanale: lunedì. Prenotazione: nessuna
  4. Galleria d’arte moderna di Milano
    Via Palestro, 16 – Milano
    Orario: martedì – domenica 9-17:30 (ultimo accesso ore 17). Chiusura settimanale: lunedì. Prenotazione: nessuna
  5. Museo civico di storia naturale di Milano
    Corso Venezia, 55 – Milano
    Orario: martedì-domenica 9-17:30 (ingresso fino ore alle 17). Chiusura settimanale: lunedì. Prenotazione: nessuna
  6. Museo del Risorgimento e Laboratorio di storia moderna e contemporanea
    Via Borgonuovo, 23 – Milano
    Orario: martedì-domenica 9-13, 14-17:30. Chiusura settimanale: lunedì. Prenotazione: nessuna
  7. Pinacoteca di Brera
    Via Brera, 28 – Milano
    Orario: martedì-domenica 8:30-19:15 (chiusura biglietteria 18:40), giovedì 9:30-22:30. Chiusura settimanale: lunedì. Prenotazione: facoltativa
  8. Cenacolo Vinciano
    Piazza Santa Maria delle Grazie, 2 – Milano
    Orario: 8:30-19:15 (ultimo ingresso 18:45). Chiusura settimanale: lunedì. Prenotazione: obbligatoria (Telefono: 02 92800360; online).

E tu ci vai al Museo?

 

E se invece proprio questa domenica siete fuori Milano, avete l’influenza o altri impegni?

Non vi preoccupate, l’occasione per godere dell’arte a prezzo contenuto a Milano c’è sempre: vi basta acquistare la Museo Card  che, al costo di 45 euro (40 il ridotto) vi consente di entrare gratis per un anno  – calcolato a partire dalla data di emissione – e avere il biglietto ridotto alle mostre promosse e organizzate nelle sedi espositive del Comune di Milano.

 

Infine ti ricordiamo che se devi andare al museo ti conviene guardare le disponibilità online. Ricorda inoltre ti goderti l’esperienza senza utilizzare il cellulare.

 

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano

 

17 Dicembre, 2019 La regione spegne la luce sul gay pride

La regione spegne la luce sul gay pride

La Regione dice niente luci.

Il consiglio regionale della Lombardia (La Regione) ha bocciato un ordine del giorno presentato dal Movimento 5 stelle che aveva chiesto di illuminare Palazzo Pirelli. L’idea riguardava l’occasione del Pride che dovrebbe esserci il 27 giugno 2020.

Durante le dichiarazioni, ha preso la parola il consigliere della Lega Massimiliano Bastoni che ha definito il gay Pride “una baracconata che non rappresenta nemmeno tutti gli omosessuali”. “Abbiamo votato contro perché queste richieste, come il patrocinio, vengono valutate da prassi dall’Ufficio di Presidenza” ha motivato invece il capogruppo di Forza Italia, Gianluca Comazzi.

Seccata la reazione del Movimento 5 Stelle, Marco Fumagalli, nel suo ordine del giorno aveva chiesto di illuminare palazzo Pirelli con una scritta per “superare ogni forma di discriminazione e diseguaglianza, promuovendo il pieno rispetto della dignità umana”.

“Atteggiamento razzista del centro destra in Consiglio regionale. Si trattava di sostenere una manifestazione di democrazia e civiltà che ogni anno sottolinea l’importanza della lotta alla discriminazione e dell’accoglienza. È un atto gravissimo perché va contro alla tutela dei diritti civili. Noi non ci stiamo. La Lombardia è di tutti i lombardi non solo di quelli del Family day”, ha detto Fumagalli, riferendosi a una scritta apparsa sul Pirellone.

E voi da che parte state?

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano

17 Dicembre, 2019 MadHouse Live su Radio E20

MadHouse Live su Radio E20

I MadHouse sono una rock band lombarda, capitanata dalla cantante pavese Federica Tringali.

Dopo diversi anni di gavetta come cover band, in cui proponevano versioni molto personali, in chiave hard rock, anche di brani pop come Poker Face di Lady Gaga, alternati a hit di Bon Jovi, U2, Nirvana, nel 2012 iniziano ad accarezzare l’idea di lavorare su brani inediti e decidono di battezzare la band MadHouse, nome scelto da Federica per evidenziare il parallelismo esistente fra arte e follia.

Basandosi su esperienze di vita dirette e forte di un’ottima conoscenza dell’inglese, Federica scrive numerose canzoni di grande potenziale. Fra queste, 4 vengono scelte per essere prodotte da uno dei più importanti produttori italiani: Marco Barusso (Lacuna Coil, Modà, Thirty Seconds to Mars, Coldplay).

I quattro brani vengono pubblicati in 120 paesi nel mondo (sotto etichetta I Cuochi Music/Believe) nel 2015 nell’EP “You Want More” e a settembre 2015 esce il primo singolo “Empty Inside” il cui video, che vede la band protagonista di un set poliziesco, è diretto dal cantante – attore Jacopo Sarno, volto noto di Disney Channel.

La storia continua….

L’EP riceve subito critiche entusiastiche, così come anche il singolo, che viene passato da diverse radio FM (e non) italiane ed internazionali.

Nell’autunno del 2015 i MadHouse pubblicano il video lyric “Skulls and Bones”, secondo singolo estratto, e il video di “You Want More”.

I MadHouse entrano in studio per lavorare al loro primo full-length pubblicato il 29 marzo 2019 questa volta sotto la direzione artistica di DysFUNCTION Productions.

“MadHouse Hotel”, prodotto da DysFUNCTION Productions, è un concept composto da 10 brani dove ogni singola track rappresenta una stanza dell’hotel in cui ogni ascoltatore, presa la chiave della propria camera, sceglie di soggiornare per ritrovare o ricercare la propria dimensione.

La copertina è stata realizzata all’artista Ugo Galassi. La realizzazione della grafica è stata affidata EdiArt.

La band è attualmente impegnata nella promozione del disco con un tour live che toccherà anche diverse città europee.

I MadHouse hanno condiviso il palco con questi artisti:

• Trevor (Sadist) • Pino Scotto • Cayne • HIGHLIGHTS: • Tour europeo 2019 • Band of the week – Metal Devastation Radio – Germania – (Maggio 2019). • Band of the month – Castle Blakk Radio – USA – (Ottobre 2019). • Corazones Metalicos, “Mujeres en el Metal” – Federica Tringali rappresentante femminile per la Musica Underground Italiana – Argentina – (8 marzo 2019). • Rock Around Pavia – La storia del rock dagli anni ’50 ad oggi – Furio Sollazzi – Edizioni Selecta.

VISITA IL SITO UFFICIALE

I MadHouse saranno in diretta ad Aperiliveshow Giovedì 19 Dicembre dalle ore 19, in diretta anche su Facebook

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano

17 Dicembre, 2019 Al Teatro della luna il nuovo spettacolo per tutti

Al Teatro della luna il nuovo spettacolo per tutti

L’INEDITO FAMILY SHOW DI LE CIRQUE WORLD’S TOP PERFORMERS

 ‘TILT’

FINALMENTE AL TEATRO DELLA LUNA IL NUOVO SPETTACOLO PER TUTTI

CON I MIGLIORI ARTISTI DAL CIRQUE DU SOLEIL E DEL CIRCO CONTEMPORANEO MONDIALE 

Liberamente ispirato dal film capolavoro di Steven Spielberg “Ready Player One”

Ultimi giorni di attesa per poter assistere finalmente allo spettacolo TILT, presentato da Le Cirque World’s Top Performers, la grande novità in cartellone per Natale a Milano, che andrà in scena con nove rappresentazioni al Teatro della Luna il 21, 22, 23, 26, 27, 28 dicembre.

Dopo lo strepitoso successo del primo spettacolo ALIS di Le Cirque World’s Top Performers, con oltre 175.000 spettatori, il nuovo show TILT promette meraviglie e performance incredibili. L’emozione continua: energia, entusiasmo, talento sono l’essenza di un cast di circo contemporaneo unico al mondo, un collettivo capace di spingersi ai limiti e forse anche oltre. Sono stati selezionati per questo atteso ed inedito family show, provengono tutti dal Cirque du Soleil e dal circo contemporaneo mondiale.

La direzione artistica è firmata da un’altra star mondiale, Anatoliy Zalevskyy, che sarà anch’egli in scena per esibirsi nel suo celebre “White Act”, premiato, tra gli altri, con il prestigioso Clown d’Oro al Festival del Circo di Monte Carlo. Maestro senza eguali nella disciplina acrobatica a corpo libero è stato applaudito in tutto il mondo, anche con il Cirque du Soleil in oltre mille spettacoli.

Per il pubblico sarà un’esperienza nuova, da vivere tutta d’un fiato e a teatro, per quasi 90 minuti, senza interruzioni e senza usare animali. Acrobazie e numeri emozionanti si susseguono a ritmo continuo ed incalzante.

24 formidabili artisti, da Sasha Novac e Yulia Melnyk, due giovani di talento protagonisti nel continuo gioco tra mondo reale e realtà virtuale, alla fantastica coppia formata da Susan e Jimmy: Skating Jasters. Lei italiana e lui di origini brasiliane, provengono dal Cirque du Soleil e presentano una performance tra le più spettacolari ed emozionanti e tiene con il fiato sospeso dall’inizio alla fine. Un numero acrobatico sui pattini a rotelle che ha incantato milioni di spettatori.

Lo Show

Forza e abilità nell’incredibile numero di giocoleria ideato da Vitalii Yarchuk, addirittura con i palloni da basket, più pesanti e ingombranti da maneggiare. Poi un’altra artista italiana, Giulia Piolanti, direttamente dallo show “Luzia” del Cirque de Soleil con il suo spettacolare numero Acrobatic Pole.

Il capolavoro cinematografico di Steven Spielberg, “Ready Player One”, ha offerto lo spunto per realizzare TILT. Si tratta di uno show di circo contemporaneo senza precedenti, nel quale due mondi si contrappongono, in cui tutto è perfetto, ma lontano dalla realtà. Lo spettatore deciderà da che parte stare, ma una cosa è certa: tutto ciò che gli artisti di TILT faranno sul palcoscenico del Teatro della Luna sarà reale.

Uno spettacolo straordinario ricco anche di musica, danza e teatro, ma anche l’occasione per ritrovarsi in famiglia e con gli amici. Info e prevendite TILTICKET.IT e TICKETONE.IT

E Tu ci sarai?

 

Radio E20 – La Radio degli Eventi di Milano

16 Dicembre, 2019 2020 e come festeggiarlo a Milano

2020 e come festeggiarlo a Milano

 

Siete pronti ad iniziare il 2020 col botto?

Se cercate spunti e idee per trascorrere il Capodanno 2019 a Milano ci sono eventi per tutte le tasche e per tutti i gusti: dal classico Capodanno in Piazza Duomo (quest’anno in versione ecosostenibile) alle scatenate feste in discoteca, dagli spettacoli teatrali con brindisi di mezzanotte alle grandi mostre d’arte. Milano, come sempre, riuscirà ad accogliere e accontentare tutti.

Capodanno green in Piazza Duomo

Torna il tradizionale concerto di Capodanno in Piazza Duomo, quest’anno in versione green. Milano e i milanesi hanno deciso di fare propria la protesta pacifica di Greta Thunberg contro lo scarso impegno della politica sui cambiamenti climatici anche per l’organizzazione del concerto di Capodanno. Il concerto di Piazza Duomo di quest’anno si chiamerà “Milano Capodanno for future” e il sindaco Sala assicura che sarà “il primo Capodanno ecosostenibile d’Italia”.

La serata verrà condotta da Filippo Solibello e vedrà la partecipazione di tanti cantanti e gruppi musicali tra cui Lo Stato Sociale.

 

San Silvestro a Teatro con Ale e Franz, Teo Teocoli e i ragazzi dello Zelig

Se non siete tipi da cenone e grandi abbuffate, perchè non trascorrere un bel capodanno a teatro? Gli spettacoli in cartellone per la notte di San Silvestro sono tantissimi. Tra gli spettacoli comici ci saranno  Teo Teocoli con il suo Teo Teocoli Show al Teatro Nuovo di Milano, Ale e Franz al Teatro Manzoni con 2 repliche del loro spettacolo “Romeo e Giulietta nati sotto contraria stella”  (alle 17:30 e alle 21:30), il Capodanno allo Zelig con Davide Paniate che farà da frontman e spalla ai tanti comici che interverranno (tra il primo e il secondo tempo si brinderà con con panettone e bollicine),  “Caveman” con Maurizio Colombi al Teatro dal Verme e i Legnanesi con  “Non ci resta che ridere” al Teatro della Luna di Assago.

 

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano

16 Dicembre, 2019 Fontane e Luci in Darsena a Milano

Fontane e Luci in Darsena a Milano

Fontane e Luci in darsena a Milano

Nelle scorse ore, in Darsena, milanesi e i turisti hanno potuto assistere al Vodafone Aqua Show, un progetto composto da spettacoli serali di fontane e giochi d’acqua che danzano a ritmo di musica, illuminate da una coreografia di luci in tutta l’area del bacino.

La struttura del Vodafone Aqua Show copre una lunghezza di 80 metri e si articola in centinaia di getti d’acqua con un’altezza dinamica dai 5 ai 40 metri. Lo spettacolo vede alternarsi getti “tsunami”, che raggiungono un’altezza di 40 m e sono caratterizzati da una sonorità di impatto, simile a quella del tamburo; getti “raffica verticale” bidirezionali, che con tortiglioni e girandole arrivano fino a 16 m di altezza; e infine, al cuore della scenografia, tre getti verticali fino a 20 m.

Luci, colori e musica arricchiscono e valorizzano ulteriormente lo show, offrendo alla città un momento di intrattenimento e di festa per celebrare il Natale.

Gli orari dello show e quando vederlo

Il Vodafone Aqua Show ha preso il via sabato 14 dicembre 2019 e si concluderà con la fine del periodo festivo, lunedì 6 gennaio 2020. Sono previsti tre eventi al giorno, da domenica a giovedì, alle ore 18, 19 e 20. Nei giorni di venerdì, sabato e festivi si aggiungerà un ulteriore momento di intrattenimento alle 21.30.

“La partecipazione al progetto Milano Super Christmas rappresenta un’ulteriore occasione per consolidare il legame speciale che lega Vodafone al territorio milanese. Milano è tra le città tecnologicamente più all’avanguardia d’Italia e un caso di eccellenza a cui Vodafone ha da sempre contribuito attivamente, offrendo ai milanesi le soluzioni tecnologiche più avanzate e il miglior servizio, con l’obiettivo di rendere più semplici e immediate le loro interazioni e le attività quotidiane. Milano è infatti la prima città in cui Vodafone ha acceso la rete 5G, portando il capoluogo lombardo ad essere la capitale europea delle reti di ultima generazione”, scrive in una nota Vodafone.

 

Radio E20 – La Radio degli eventi di Milano